NEUROLOGIA E PSICOLOGIA

Mente e cervello: le basi neurologiche del pensiero e dei sentimenti

Relatore: ANGELO MERCURI

Fino a qualche decennio fa, il concetto che pensiero e sentimenti fossero un prodotto dell’attività cerebrale, era vago e confuso perché gli strumenti di indagine delle neuroscienze erano ancora rudimentali. La neurologia si occupava delle gravi malattie che compromettevano il movimento e la sensibilità mentre per le malattie mentali, con gli strumenti di allora, non si era in grado di visualizzare alcuna alterazione anatomica sottostante. Oggi, la disponibilità di strumenti di indagine come la Risonanza Magnetica, consente di vedere il cervello nelle sue parti più riposte e, soprattutto, di vederlo “in azione” non solo quando muoviamo un muscolo o sentiamo un dolore, ma addirittura quando pensiamo o proviamo un sentimento: ciò ha aperto la strada alla moderna neurologia cognitivista che si occupa del prodotto più complesso del cervello, la mente.